Seleziona una pagina

Clicca l’immagine per ingrandire

Senza titolo, 1990

Scheda Opera

Jannis Kounellis (Pireo 1936 – Roma 2017)

Senza titolo

1990

litografia su carta Arches, vetro affumicato in cassa di lamiera zincata 1/2 P.A.

660 x 455 x 80 mm

Litografia Romolo e Rosalba Bulla, Roma

OM 53578/126

Jannis Kounellis iniziò a realizzare alcune opere grafiche negli anni Settanta. La sua produzione in questo ambito è forse poco conosciuta ma le opere create sono legate a occasioni specifiche nelle quali le potenzialità del linguaggio grafico sono risultate congeniali al suo intento. Le prime sono nate nella stamperia di Roberto Bulla in via del Vantaggio a Roma. Qui nel 1975 realizza il primo multiplo, rigorosamente senza titolo, di una serie ininterrotta, della quale cinque elementi, datati dal 1990 al 2004 sono in collezione in Istituto, fra i quali quello con il fumo. All’interno di queste scatole metalliche propone una stratificazione di materiali e oggetti, quasi un condensato della ricerca che conduce parallelamente nello spazio e nel tempo. Non gli interessa il multiplo in sé, ma la possibilità di utilizzare una espressione artistica – l’incisione – con una storia centenaria, fatta di saperi e gesti. Così come nella pittura rinuncia agli strumenti della tradizione, anche quando adotta il linguaggio della grafica privilegia la chimica e la fisica dei materiali e delle procedure. L’arte di Kounellis è notoriamente legata ai materiali poveri; oltre a sabbia, lana, ferro, caffè, pietre anche l’elemento fuoco ha un ruolo importante: sia che si tratti di un cerino, di una fiamma ossidrica, o di falò, per Kounellis è importante presentarlo in tutta la sua fisicità: «l’arte non è rappresentazione ma presentazione. Il fuoco è». Persino nei lavori su carta è riuscito a catturare il fuoco e i suoi residui, come in questa teca attraverso la quale «presenta» l’immaterialità del fumo, ennesima testimonianza delle sue riflessioni sulla storia dell’uomo nel suo accadere.