Seleziona una pagina

Clicca l’immagine per ingrandire

Grande natura morta circolare con bottiglia e tre oggetti

Matrici, Scheda Opera

Giorgio Morandi (Bologna 1890 – Bologna 1964)

Grande natura morta circolare con bottiglia e tre oggetti

1946

acquaforte su rame

259 x 327 mm

VIC 1799/70

Morandi è stato uno dei più grandi artisti del Novecento italiano. Nell’espressione grafica la sua ricerca raffinatissima, condotta con rigore e perfezionismo, hanno fatto di lui uno dei più importanti incisori del secolo scorso, ben al di là dei confini nazionali. Il suo rapporto con la Calcografia fu strettissimo, come la sua amicizia con il direttore della Calcografia, Carlo Alberto Petrucci. Fu grazie alla profonda e reciproca stima professionale e umana tra Morandi e Petrucci che alla fine degli anni Quaranta furono avviate con il superiore Ministero le pratiche per la donazione delle matrici, che si conclusero nel decennio successivo con l’ingresso in Calcografia della gran parte delle lastre incise dall’artista. Una successiva donazione delle sorelle del maestro, che fece seguito alla grande mostra curata da Michele Cordaro in Calcografia (Morandi. L’opera grafica. Rispondenze e variazioni) nel 1990, e una terza donazione da parte del curatore testamentario delle sorelle, nel 2010, hanno assicurato all’Istituto la pressoché totale collezione delle matrici dell’artista bolognese.

Sul verso della matrice è incisa la composizione La strada (1933) che l’artista biffò con sottili tratti incrociati.