Formazione e Didattica

didattica

 

Il Servizio educativo dell’Istituto centrale per la grafica vanta una lunga tradizione nella promozione e divulgazione del patrimonio culturale grafico, con particolare riguardo alle proprie collezioni di disegni, stampe, fotografie e matrici incise, alle loro specifiche modalità di conservazione e alle tecniche grafiche. È inserito nella rete EduNet del Sed – Centro per i Servizi educativi del museo e del territorio .

Ogni anno, il Servizio organizza, elabora, coordina e promuove:

  • lezioni specialistiche per studenti di Alta Formazione (a partire dai corsi di laurea magistrale)
  • laboratori e seminari sulle tecniche grafiche
  • giornate di studio
  • mostre
  • progetti didattici con scuole di ogni ordine e grado
  • progetti di formazione internazionale
  • tirocini formativi

 

Un tirocinio all’Istituto centrale per la grafica offre l’opportunità di svolgere un’esperienza di lavoro sul campo, entrando nel vivo delle attività dei vari settori, a stretto contatto con tecnici, storici dell’arte, bibliotecari, restauratori. Consente di:

  • approfondire la conoscenza delle nostre collezioni e della nostra organizzazione
  • entrare in relazione con la storia del disegno, dell’incisione e le relative tecniche esecutive
  • acquisire competenze sul patrimonio culturale grafico dalle origini alle sperimentazioni contemporanee.

Un tirocinio nel nostro Istituto è l’occasione per mettere alla prova le conoscenze acquisite in ambito accademico e sviluppare nuove competenze, teoriche e pratiche, spendibili nel mondo del lavoro.

A seconda dell’ambito dello stage, a ogni tirocinante viene assegnato un tutor.

Possono svolgere un tirocinio presso l’Istituto gli studenti di Università e Accademie di Belle Arti sia italiane sia straniere, iscritti a:

  • Corsi di laurea triennale
  • Corsi di laurea magistrale
  • Scuole di Specializzazione universitarie
  • Dottorati di ricerca
  • Master

L’Istituto centrale per la grafica accetta tirocini curriculari, cioè di studenti iscritti ai corsi sopra indicati. I tirocini curriculari si svolgono all’interno del periodo di frequenza dei corsi, anche se non direttamente in funzione del riconoscimento di crediti formativi.

Sono disciplinati dai regolamenti interni dei singoli Atenei, nel rispetto della normativa nazionale di riferimento (D.M. 25 marzo 1998, n. 142); è possibile concordare la durata del tirocinio con il tutor, a seconda delle proprie esigenze accademiche o personali e di quelle dell’Istituto.

La durata massima di un tirocinio, incluse eventuali proroghe, non può essere superiore a 6 mesi.

L’Istituto centrale per la grafica propone per i tirocini attività diversificate nei seguenti ambiti:

  • collaborazione alla gestione delle collezioni
  • collaborazione all’organizzazione delle attività didattiche
  • collaborazione a studi e ricerche
  • collaborazione a servizi e rapporti con il pubblico

Visitando il nostro sito puoi visionare l’articolazione delle attività degli uffici dell’Istituto per valutare il tuo ambito di interesse.

Come fare domanda

Se la tua Università o Accademia appartiene al Sistema Orientamento Università Lavoro-SOUL devi iscriverti al sito Jobsoul nella sezione ‘Tirocini’ e verificare se sono presenti opportunità di tirocinio proposte dall’Istituto centrale per la grafica, quindi candidarti se la proposta soddisfa il tuo ambito di interesse.

Altrimenti puoi controllare direttamente su questa pagina.

Se il tuo profilo incontra le nostre esigenze sarai ricontattato via e-mail entro 30 giorni. Si consiglia quindi di presentare la propria candidatura tenendo conto di questa tempistica e con il dovuto anticipo.

Contatta il responsabile del Servizio educativo:

Con l'invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati che verranno utilizzati dall'Istituto Centrale per la Grafica al solo scopo di comunicazione tra le parti. Nessun dato verrà memorizzato in banca dati o diffuso in alcun modo a terzi, nel rispetto della normativa sulla privacy Decreto Legislativo 30 giugno 2003 n. 196. Acconsento

ITP

itp_logo

 

Il progetto triennale del MiBAC, coordinato dalla Direzione Generale Educazione e Ricerca in collaborazione con Ales S.P.A, denominato ITP International Training Projects promuove all’estero gli istituti di eccellenza del Ministero. Il programma permette a studenti, ricercatori e professori in discipline storico-artistiche appartenenti a Università e Accademie di Belle Arti straniere, a conservatori, storici dell’arte, archivisti e bibliotecari di tutto il mondo, di partecipare ai corsi – articolati in lezioni teoriche e pratiche – organizzati dall’Istituto centrale per la grafica.

Le tematiche affrontate riguardano la storia delle collezioni, le tecniche esecutive, le metodologie di restauro, gli aspetti scientifici e diagnostici legati all’analisi delle opere d’arte e al loro degrado, le linee guida relative alla normativa e alla tutela dei beni. Le attività di docenza sono svolte da personale interno all’Istituto e da esperti esterni di elevata qualificazione.

Le domande di partecipazione devono essere inviate all’Ambasciata italiana (o all’Istituto Italiano di Cultura) del paese richiedente, esclusivamente attraverso il tramite dell’Istituzione o delle Università interessate. L’Ambasciata italiana (o l’Istituto Italiano di Cultura) trasmetterà le domande al seguente indirizzo e-mail: ICG ITP

Applications must be sent to the Italian Embassy in the country (or the Italian Institute of Culture), only by the requesting Institution/Agency/University. The Italian Embassy in the Country (or Italian Institute for Culture) will send the applications to the following e-mail address: ICG ITP

Per ulteriori informazioni visita il sito International Training Progejcts

pieghevole formazione ITP

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nato nel 2013, Il Museo didattico dell’ICG è una struttura permanente di conoscenza dell’arte riprodotta in tutte le sue forme. Iscritto all’ICOM sin dalla nascita, ha uno statuto in corso di approvazione da parte del Mibac, in cui è definita la sua missione in coerenza con gli standard di qualità richiesti. E’ dotato stabilmente di un direttore scientifico, storico dell’arte, con funzioni di responsabilità organizzative .

Il Museo nasce con la finalità di esporre a un pubblico vasto e non solo specialistico soprattutto opere su carta, a partire dalle collezioni dell’Istituto centrale per la grafica.

Esporre a rotazione

  • è una necessità conservativa, perché le opere su carta non tollerano la luce
  • è una necessità quantitativa, dati i grandi numeri delle nostre collezioni
  • è soprattutto una necessità scientifica, per gli infiniti itinerari tematici possibili

Si è scelto di collocare il Museo nei locali a piano terra della Calcografia, in quegli ambienti destinati sin dall’origine (1837) alla vendita delle stampe e al deposito dei rami nelle sale retrostanti.

Il Museo è articolato in tre sale distinte, ristrutturate secondo gli standard normativi e procedurali di accessibilità e sicurezza, sia per il personale addetto sia per i visitatori.

Il primo ambiente, con le sue ampie vetrine, affaccia su via della Stamperia. L’ultima sala, in origine destinata al deposito dei rami, comunica con il cortile interno e la Stamperia storica, dove prosegue l’attività educativa del Museo con atelier di incisione e stampa: a garantire la completa accessibilità a tutti i pubblici è stata predisposta una rampa che ha la funzione di collegare i due ambienti.

Nel Museo, le diverse tipologie di opere (disegni, stampe, matrici, fotografie e video d’artista) e l’esistenza di una Stamperia attiva ancora oggi, hanno permesso negli ultimi anni di sperimentare percorsi educativi legati alla promozione e divulgazione del patrimonio culturale grafico, rinnovando di volta in volta il percorso espositivo e gli apparati divulgativi e didattici per una più efficace fruizione.

L’itinerario museale è completato dall’esposizione, nell’esedra di Valadier, di alcuni macchinari storici: presse da legatoria, un’impastatrice per l’inchiostro, una taglierina per le lastre di rame, una macchina per la doratura delle copertine in pelle.

Il Museo è teatro privilegiato per lo svolgimento delle attività del Servizio Educativo che vanta una lunga tradizione nell’ambito della didattica e dell’insegnamento delle tecniche incisorie.

 

                 

 

Il Museo, a ingresso libero, è aperto nelle ore serali in occasione di progetti promossi dal Mibac come la Notte dei Musei, le Giornate Europee del Patrimonio e le iniziative del Piano di Valorizzazione.

 

Nel 2017, Il Museo ha partecipato al  Premio Icom – Museo dell’anno 2017 Selezionato tra i primi 10 musei tra 75 partecipanti, è stato quindi insignito di una menzione speciale:

 

 

Il Museo, creato nel 2013 nell’antico Istituto, adotta politiche di formazione verso i giovani, di conoscenza laboratoriale delle tecniche artistiche di riproduzione delle immagini, con dimostrazioni dal vivo, con attività educative e con mostre molto curate che fanno conoscere a rotazione l’immenso patrimonio dell’istituto anche con l’uso di tecnologie speciali. Ammirevole l’attenzione verso il pubblico con disabilità sensoriali. Eccezionale l’impegno per rendere l’intero patrimonio conservato a tutti fruibile con le banche dati accessibili dal portale“.

 

Servizio Educativo

Contatti e informazioni

Responsabile: Rita Bernini

Referenti: Isabella Rossi

Contatta il responsabile del Servizio educativo:

Con l'invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati che verranno utilizzati dall'Istituto Centrale per la Grafica al solo scopo di comunicazione tra le parti. Nessun dato verrà memorizzato in banca dati o diffuso in alcun modo a terzi, nel rispetto della normativa sulla privacy Decreto Legislativo 30 giugno 2003 n. 196. Acconsento

Pagina Fb: Servizio Educativo – Istituto centrale per la grafica

 

Sede del Museo didattico 

  • Roma, Museo dell’Istituto centrale per la grafica, via della Stamperia 6

Ingresso libero

Non è possibile accedere all’Istituto con bagagli, zaini e borse di grandi dimensioni. Non sono disponibili armadietti o guardaroba